Vorrei restituire a questo simbolo meraviglioso il suo reale significato…
Niente politica, nessuna strumentalizzazione, nessuna polemica nella nostra pace “capovolta”, solo amore per la vita, devozione, protezione celeste, pace…, quella portata dal simbolo archetipico contenuto al suo interno, la runa della vita: algiz.

Il simbolo della pace venne ideato nel 1958 da Gerald Holtom, obiettore di coscienza durante la seconda guerra mondiale, grafico, artista del Royal College of Arts.

Rappresentava le lettere N D (nuclear disarm) nella segnaletica della marina.
Divenne il simbolo dell’antimilitarismo, il simbolo della beat generation.

Scrisse Holtom: « I was in despair. Deep despair. I drew myself: the representative of an individual in despair, with hands palm outstretched outwards and downwards in the manner of Goya's peasant before the firing squad. I formalised the drawing into a line and put a circle round it. »
Le braccia abbassate in segno di disperazione…

Ebbene, giriamolo… volgiamo le braccia verso l’alto..., invochiamo protezione, pace... con un gesto pieno di energia..., l’energia positiva del simbolo archetipico della runa di algiz…

Indossandolo avremo protezione, pace, realizzazione…

La runa rovesciata, contenuta nel simbolo diffuso in tutto il mondo porta, forse senza volere, l’esatto contrario…